Chi è Mothra? Storia, Poteri, Versioni e Descrizione

Chi è Mothra? Storia, Poteri, Versioni e Descrizione

Ben ritrovati.

Come avrai capito dal titolo, oggi analizzeremo nel dettaglio Mothra, il celebre mostro giapponese che costituisce uno degli avversari – e allo stesso tempo degli alleati – per eccellenza di Godzilla, nella serie di film della Toho e nei media derivanti.

Appare anche in altre serie televisive: nei Simpsons appare in un sogno di Lisa ed è uno dei Kaiju che attaccano l’aereo dove si trova la famiglia; in Sonic X appare il mostro Mothmacin.

Mothra – Descrizione

Mothra, Mosura in giapponese (Moth= falena; ra è un suffisso che richiama dimensioni da balena) è un kaiju che appare frequentemente nei film dedicati a Godzilla.

Viene rappresentata in genere come una gigantesca falena divina benevola con l’umanità, spesso alleata di Godzilla ma altrettante volte sua avversaria, quando il poderoso Kaiju minaccia la vita sulla Terra. Viene indicata quasi sempre di seso femminile a eccezione della versione maschile Leo Mothra della trilogia di film a lui dedicati e di una larva che appare con la sua gemella non identica in Tokyo: S.O.S.

Quasi in ogni film appare adorata come una dea da popoli di creature microscopiche; in particolare si relaziona con gli umani con due sacerdotesse gemelle simili a fatine, che a seconda dei film si chiamano Cosmos, Elias, o Shobijin (lett. piccole bellezze).

In molti film italiani, a causa di vicissitudini della distribuzione, viene chiamata con nomi diversi come Watang, Matra e Polluk.

Anche se il suo design fa pensare a una falena, ha alcuni elementi che rimandano alla vanessa io e al tricottero.

Questo kaiju ha diverse caratteristiche particolari che lo distinguono dalla maggior parte dei suoi colleghi. Non si tratta di un mostro aggressivo, ma anzi difende spesso il Giappone e il mondo intero da altri kaiju violenti. Viene caratterizzata come una vera e propria creatura divina, o perlomeno ritenuta tale da coloro che la venerano, esseri a loro volta impregnati di misticismo.

Nei film può apparire in diverse forme, a seconda della fase del suo ciclo vitale in cui si trova, in primis la forma completa di falena (nei film classici portata con una marionetta meccanica) e in quella originale di larva (in origine interpretata da 6 attori costretti a strisciare in fila indiana).

Inoltre è capace di riprodursi da sola e nel corso della saga vengono presentate nuove figlie dell’esemplare precedente – anche più di una alla volta – che la sostituiscono quando questa muore in seguito a qualche scontro.

Mothra è una creatura particolarmente apprezzata dai fan di kaiju, seconda solo a Godzilla per numero di apparizioni nelle pellicole a lui dedicate. Viene indicata a seconda delle classifiche tra i primi 10 o 15 mostri più famosi del cinema giapponese. Il suo successo – specie verso il pubblico femminile – fu tale che negli anni Novanta ottenne una trilogia di film a lei dedicati.

Chi è Mothra? Storia e descrizione

Mothra – Poteri e abilità

Mothra possiede nella sua originale versione un’apertura alare di 250 metri, e un peso che vara nei film dalle 6.000 alle 25.000 tonnellate.

Nonostante le apparenze è un mostro particolarmente forte: anche nella forma base di larva è così possente da mordere e ostacolare mostri come Godzilla. 

Produce una polvere velenosa che irrita gli avversari e può comunicare telepaticamente con le sue adepte. 

In alcuni film è in grado di emettere dalle antenne raggi di energia. Nella sua forma larvale può emettere un potente fluido tale da immobilizzare avversari fortissimi come Godzilla (nella versione Monsterverse può farlo anche da falena).

La versione alata può riflettere persino i raggi di energia, al punto che Battra usa questa proprietà per far rimbalzare i suoi raggi e colpire Godzilla, ed emettere energia elettrica se toccata.

Appare in diverse forme: uovo; larva; falena e in alcune versioni potenziate nei tre film spin off a lei dedicati (Leo; Rainbow; Light Speed; Aqua e Armor, che vedremo in seguito).

Mothra Era Shōwa (1961–1968)

Nel film Mothra del 1961 le sue sacerdotesse vengono rapite da un produttore cinematografico disonesto che vuole renderle delle star. La Mothra in forma di larva si reca a Tokyo e forma il bozzolo attorno alla Tokyo Tower, da cui esce nella forma di falena, per costringere il criminale a renderle le sue adepte.

In Mothra vs Godzilla l’uovo di Mothra finisce sulle spiagge giapponesi dove viene preso e sfruttato a scopi turistici. Le due Shobijin partono per cercare di recuperare l’uovo e riportarlo a Infant Island, dove risiede la dea falena, ma vengono catturate, per essere poi liberate da due giornalisti.

Nel frattempo Godzilla è stato destato da un terremoto e ha iniziato a distruggere il Giappone.

Le fatine accettano di evocare Mothra e di farla combattere assieme all’esercito contro il mostro: nella battaglia che segue Mothra rimane uccisa ma dall’uovo ne escono due larve che insieme riescono a intrappolare Godzilla in un bozzolo e farlo sprofondare nell’oceano.
Le Shibojin e le nuove Mothra possono così tornare alla loro isola.

In  Ghidorah, the Three-Headed Monster la larva di Mothra rimanente (evidentemente l’altra è morta) tenta di convincere Rodan e Godzilla a combattere al suo fianco contro King Ghidorah: al loro rifiuto è costretta ad affrontare l’alieno da sola, ma in seguito gli altri si uniscono al combattimento e unendo le loro forze riescono a respingerlo.

In Ebirah, Horror of the Deep, la Mothra adulta compare brevemente e salva un gruppo di schiavi di Letchi Island dalla distruzione dell’isola.

 In Destroy All Monsters è uno dei molti mostri presenti a Monster Island schiavizzati dagli alieni Kilaak ma in seguito si libera e affronta con gli altri King Ghidorah, riuscendo tutti insieme a sconfiggerlo.

Mothra Era Heisei (1992–1998)

Nel 1980 si pensò di realizzare un film chiamato Mothra vs Bagan, nel quale la falena avrebbe affrontato un drago mutaforma chiamato Bagan intenzionato a punire gli umani per i danni arrecati alla natura. L’idea venne scartata, siccome i produttori avevano intuito che Mothra fosse un personaggio molto legato alla cultura giapponese e non facilmente vendibile all’estero come Godzilla.

In Godzilla vs Mothra viene spiegato che Mothra è la guardiana della Terra adorata 12.000 anni or sono dalla civiltà dei Cosmos. La Terra stessa, per punire degli scienziati che intendevano modificare il clima, creò Battra, una sua versione oscura che iniziò a diffondere il caos. La sorella riuscì a sconfiggerla, ma senza poter salvare la civiltà dei Cosmos.

Nel 1993 un uovo di Mothra viene scoperto dalla società Marutomo che intende servirsi di lei e delle sue sacerdotesse come mascotte.

Durante lo scontro da Godzilla e un risorto Battra, l’uovo si schiude e la larva si reca a Tokyo per salvare le sue sacerdotesse. Dopo avere fatto il bozzolo ed essere divenuta adulta e avere affrontato la sorella, riesce a convincerla ad allearsi con sé e a combattere Godzilla insieme. Tuttavia Godzilla, prima di essere scaraventato sull’oceano, fa in tempo a colpire e a uccidere Battra. 

Le fatine si trasformano in spiriti ed entrano in Mothra, guidandola nello spazio per fermare un meteorite che punta verso la Terra.

In Godzilla vs SpaceGodzilla Mothra percepisce l’arrivo imminente di SpaceGodzilla e invia le Cosmos ad avvertire gli umani. Viene detto che una delle possibili origini di SpaceGodzilla è il fatto che la falena abbia portato nello spazio alcune cellule del dinosauro atomico, le quali si sarebbero fuse con una sconosciuta formazione cristallina che, mutando all’interno di un buco nero, avrebbe fatto nascere SpaceGodzilla.

Mothra Era Millennium (2001–2004)

In Godzilla, Mothra and King Ghidorah: Giant Monsters All-Out Attack, Mothra – assieme a Baragon e King Ghidorah – è uno dei tre mostri protettori del Giappone.

Nasce 1.000 anni prima degli eventi del film inizialmente come antagonista, per essere imprigionata sul lago Ikeda e risvegliata nel 2001 per ostacolare Godzilla.

Affronta Godzilla – qui controllato dalle anime inquiete dei soldati morti durante la Seconda Guerra Mondiale. Viene sconfitta ma il suo sacrificio permette a Ghidorah di sbloccare le ali e ottenere la forma di King Ghidorah, dragone millenario.

Il suo spirito concorre con quello di King Ghidorah e Baragon a sconfiggere Godzilla.

In Godzilla: Tokyo S.O.S. le sue sacerdotesse cercano di dissuadere gli umani dall’utilizzare Mechagodzilla, in cambio dell’assistenza di Mothra nell’affrontare Godzilla. In seguito si allea al cyborg per affrontare Godzilla, ma viene uccisa. Le sue due larve nate a Infant Island aiutano Mechagodzilla a sigillare il mostro e a sconfiggerlo.

In Godzilla: Final Wars – collocato in una continuity tutta sua – la si vede 10.000 anni fa affrontare sulla Terra il cyborg alieno Gigan. 

Nel lontano futuro affronta di nuovo Gigan e riesce a farlo esplodere al costo della propria vita, con un attacco kamikaze infiammato. Tuttavia, nel finale la si vede volare verso Infant Island per riunirsi alle Shobijin.

Trilogia Anime Netflix

Nella trilogia Anime non la si vede fisicamente.

Nel racconto “Godzilla: Project Mechagodzilla” si spiega che Mothra e la sua gemella Battra insieme sarebbero abbastanza forti da vincere Godzilla, ma questi ha ucciso Battra che si era dischiusa troppo in anticipo.

Nel 2048, dopo l’inizio dell’evacuazione umana nello spazio, Godzilla attacca la città di Buenaventura ma trova la fiera opposzione di Mothra, che riesce a riflettere i suoi raggi e a tenergli testa.
Un gruppo chiamato COSMOS propone di trasportare l’uovo di Mothra in Giappone affinché un giorno possa crescere e affrontare Godzilla. Questi intercetta il carico e cerca di distruggerlo, ma la Mothra adulta interviene venendo ferita a morta ma riuscendo a salvare il carico.

In “Godzilla: Minaccia sulla città”  viene detto che in passato è stata uccisa da Godzilla e si vede il suo uovo venerato dagli Houtua della foresta amazzonica, una serie di esseri umani che per sopravvivere hanno ottenuto delle caratteristiche riconducibili a Mothra.

In “Godzilla: Mangiapianeti” il protagonista vede una sua proiezione astrale della forma adulta.

Questa versione, oltre alla produzione di seta e al volo, dispone di telepatia e della capacità non solo di riflettere i raggi energetici ma anche di interferire con lo scudo di Godzilla.

Mothra – Monsterverse

Nel finale di “Kong: Skull Island” è possibile vedere Mothra, Rodan, Godzilla e King Ghidorah rappresentati su alcune antiche pitture rupestri.

In “Godzilla 2” nasce in un tempio nelle foresta pluviale dello Yunnan. Dai motivi sulle ali viene classificata come “regina dei mostri” e come estremamente legata a Godzilla, siccome gli occhi sulle sue ali ricordano quelli di quest’ultimo.

Dopo essersi schiusa dal suo uovo ha un atteggiamento inizialmente mite, ma viene innervosita dall’incursione degli eco terroristi del colonnello Alan Jonah. Si ritira nel suo bozzolo sotto una cascata dal quale emerge nella sua forma adulta, unendosi a Godzilla nello scontro finale.

Nello scontro a Boston riesce a sconfiggere Rodan ma viene disintegrata da un colpo di King Ghidorah mentre cerca di difendere Godzilla.

Nei titoli di coda alcuni giornali menzionano l’esistenza di un secondo uovo di Mothra, fatto poi confermato dal regista Michael Dougherty, con un tweet.

Questa versione può emettere bioluminescenza attraverso i complessi ricami delle sue ali e usarli per accecare gli avversari. Le sue ali sono ampie 244,75 metri e ha un look più simile a quello di una falena, oltre a zampe simili a una mantide e un pungiglione retrattile sull’addome.

La Dr. Ilene Chen del Monarch ha una sorella gemella e rivela che la sua famiglia, legata a Infant Island, produce di generazione in generazione coppie di gemelle identiche (chiaro riferimento alla tradizione delle sacerdotesse identiche della dea).

Trilogia di film di Mothra

La trilogia “Rebirth Of Mothra” (1996-1998) conta tre film separati dalla continuity Heisei.

Nel film “Rebirth of Mothra” viene raffigurata come l’ultimo esemplare di una specie di falene giganti che proteggevano la civiltà Elias. Il dragone spaziale Desghidorah annientò questa civiltà, venendo poi sconfitto da Mothra. 

Nel tempo presente il mostro si ripresenta a minacciare la vita sulla Terra ma Mothra non è abbastanza forte da affrontarlo, avendo consumato molta energia per covare il suo uovo.

Dall’uovo nasce una nuova Mothra che riesce a uccidere Desghidorah.

In “Rebirth of Mothra 2” l’inquinamento eccessivo prodotto dagli umani porta al risveglio dall’oceano del mostro Dagahra. La nuova Mothra (“Mothra Leo”) viene messa al tappeto dalla potente e creatura ma, in punto di morte, riceve potere dalla civiltà che ha creato Dagahra evolvendosi in Rainbow Mothra. 

Messo alle strette il mostro fugge in acqua. La versione Aqua Mothra riesce infine a sconfiggere l’avversario, dividendosi in tante copie minuscole e distruggendolo dall’interno.

In “Rebirth of Mothra 3” lo spaventoso King Ghidorah attacca la Terra e inizia a rapire bambini per nutrirsi della loro energia.

Rainbow Mothra non è abbastanza forte da battere King Ghidorah e decide di viaggiare indietro nel tempo. Come Light Speed Mothra torna indietro di 130 milioni di anni e affronta un King Ghidorah giovanile, riuscendo a buttarlo in un vulcano.

La Mothra larva della preistoria chiude in un bozzolo la Mothra del futuro per ripristinarsi dalla battaglia nei millenni a seguire

Nel presente King Ghidorah svanisce, ma presto appare in cielo un altro King Ghidorah, nato da un pezzo di coda della forma giovanile rigeneratosi in un nuovo esemplare.

A un tratto il bozzolo esplode da una montagna ed emerge la nuova forma di Armor Mothra, che surclassa in forza il mostro e riesce a ucciderlo.

E con questo è tutto. Noi ci vediamo alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy