News IA e SEO

IA e SEO. Un nuovo modo di posizionarsi su Google con il SEO copywriting

La kryptonite – Come creare una sfida per un super-personaggio

La kryptonite – Come creare una sfida per un super-personaggio

La kryptonite, minerale impiegato per indebolire Superman
photo credit: Kryptonite? via photopin (license)

Ben ritrovato su questi lidi!

Se segui anche saltuariamente il mondo del fumetto, probabilmente hai sentito dire che una critica che viene talvolta mossa a Superman, il famoso supereroe della DC Comics,  è che, data la smisurata forza e l’incomparabile portata dei poteri dell’Uomo d’acciaio, sono poche le sfide che mettono seriamente in difficoltà l’eroico Azzurrone.

In effetti, una storia appassionante deve vedere l’eroe protagonista alle prese con sfide in grado di metterlo a dura prova: il lettore non riesce ad appassionarsi alle vicende di un essere dalle capacità tanto superiori alle sue, e la mancata immedesimazione di chi legge con il personaggio di una storia ne determina l’inesorabile calo di attenzione verso le vicende narrate.

Fortunatamente – ma non per Supes – da molti anni la città di Metropolis sembra essere diventata il raduno galattico di tutti i pezzi di kryptonite esistente nello spazio: cerchiamo di capire perché questo minerale alieno è un ottimo escamotage utilizzato dagli sceneggiatori DC per mettere in difficoltà l’eroe e rendere le sue avventure ancora più interessanti.

Cos’è la kyrptonite?

Il minerale alieno venne introdotto durante lo show radiofonico degli anni ‘40 come escamotage narrativo in grado di rendere le vicende più stimolanti e, con la sua trasposizione nel mondo dei fumetti, divenne uno degli elementi più caratteristici dell’universo DC: la sua fama crebbe al punto tale che al giorno d’oggi si usa il termine “kryptonite” per definire il punto debole per antonomasia di qualcuno, una misura in grado di ridurre ai minimi termini un qualcosa altrimenti quasi invincibile.

La Kryptonite è un minerale radioattivo nativo del pianeta Krypton, originatosi prima – o durante, a seconda delle versioni – l’esplosione della patria di Kal-El: alcuni frammenti del corpo astrale giunsero sulla Terra assieme alla curvatura spaziale che trasportò il razzo del nascituro sul nostro pianeta, e nel corso degli anni vennero impiegati da numerosi criminali per mettere in difficoltà l’Uomo d’acciaio.

La ricorrenza narrativa di questo elemento nelle storie divenne talmente abusata che negli anni ’70 la quasi totalità del minerale venne tramutata in ferro, per dare un po’ di respiro a l’eroe con il mantello: era diventato infatti più facile procurarsi un frammento della roccia verde piuttosto che una pistola, considerate anche le innumerevoli versioni del minerale che erano apparse per turbare i sonni del kryptoniano.

Nota ai margini: un minerale con il nome di kryptonite è stato scoperto per davvero, anche se sembra non abbia le stesse qualità della roccia di Krypton. Ma forse dovremmo farlo avvicinare a Superman per esserne sicuri…

Tante varietà di kryptonite per una storia effervescente!

Varietà verde

La kryptonite, elemento per mettere in difficoltà un eroe
photo credit: Kryptonite via photopin (license)

La versione più celebre del minerale è una roccia verde brillante in grado di annullare dolorosamente la capacità delle cellule kryptoniane di assorbire l’energia solare: un’esposizione prolungata causa la morte dell’eroe.

La funzione narrativa

E’ la minaccia più immediata da inserire in una storia, un espediente che può portare inesorabilmente l’eroe verso la morte: viene utilizzata inoltre per rendere più ardue sfide solitamente meno impegnative, rendendo l’esito molto più incerto.

Varietà rossa

Kryptonite rossa, come rendere un eroe bizzarro
photo credit: Red Kryptonite via photopin (license)

Una varietà più comica che pericolosa -con le dovute eccezioni – dato che provoca mutazioni genetiche/comportamentali che durano fino a 24 ore.

L’effetto più comune è l’inversione del carattere del personaggio: Superman diventa vanesio oppure prepotente o egoista, con conseguente sbigottimento da parte dei protagonisti. E’ stata molto usata nel serial degli anni 90 “Lois & Clark” e spesso anche in Smallville.

Funzione narrativa

Si tratta di un espediente narrativo studiato per creare una tensione tra i personaggi che mettano l’eroe in una situazione di disagio o imbarazzo, e che non può essere rapidamente chiarito generando equivoci e incomprensioni.

Il protagonista, cambiando repentinamente carattere e comportamento, si aliena le simpatie e l’appoggio del suo gruppo di comprimari, ritrovandosi a dover agire da solo per fronteggiare le minacce contro cui di solito riceve una mano e in più a dover rimettere a posto anche i rapporti con i suoi amici e familiari.

Varietà d’orata

Una versione “definitiva” di quella verde, dato che toglie permanentemente i poteri a un kryptoniano. E’ stata usata in pochissime occasioni, tra cui la meravigliosa storia di Alan Moore “Cos’è successo all’uomo del domani?” nella quale appunto “chiude” la vicenda dell’eroe d’acciaio, togliendogli tutti i poteri e lasciandolo apparentemente a morte certa.

Funzione narrativa

Si tratta di una misura estrema per mettere in seria difficoltà l’eroe, dato che l’irreversibilità dello stato di disagio – la perdita delle capacità superiori che rendono possibili le imprese – gli negheranno la possibilità di essere sé stesso.

Oltre a quelle sopra descritte esistono molte altre varietà di kryptonite, da cui puoi similmente trarre spunto per realizzare degli ostacoli per il protagonista della tua storia con funzioni simili.

Perché introdurre una “kryptonite” nella tua storia?

Un eroe degno di questo nome deve trovarsi alle prese con sfide che lo conducano a un passo dalla morte: il pathos derivante dall’assistere alla quasi disfatta del protagonista genera nel lettore uno stato di ansia e di emozione derivante da due fattori:

  • il riflettersi della situazione di pericolo su sé stessi, per via del transfert emozionale che si genera quando si è davvero presi dalle vicissitudini dell’eroe di carta
  • la preoccupazione per la sorte di un personaggio che si ha imparato ad amare
  • curiosità sul metodo che verrà attuato per salvare l’eroe: quale escamotage il protagonista metterà in atto per salvarsi la buccia? Sarà merito del proprio ingegno oppure di un provvidenziale – quanto poco realistico – intervento ex machina?

E tu? Cosa ne pensi?

Allora, hai deciso se inserire o meno una “kryptonite” nella tua storia per mettere in difficoltà il protagonista delle storie che scrivi? Se la risposta è sì raccontamelo nei commenti, scambiamoci qualche idea brillante!

2 thoughts on “0

  1. In genere preferisco evitare gli esseri superpotenti nelle storie di azione perché ci si ritrova di fronte alle seguenti due soluzioni, entrambe a lungo andare brutte.
    1) Alla Superman: esiste una kryptonite che comparirà sistematicamente in ogni puntata/capitolo/quello che sia, finendo per far sì che ciò che doveva essere rarissimo è più comune dell’aria che respiri (o Lex Lutor ha il superpotere di trasformare qualsiasi pezzo di roccia in kryptonite).
    2) nemici sempre più potenti, arrivando ad un crescendo di potenza che sfiora il ridicolo, perché quando l’unico modo di dimostrare che sei ancora più potente è “pestare” quello che prima era la minaccia mondiale, alla fine la sensazione è decisamente deprimente (lo chiamo “effetto Dragonball”).

    Quindi esseri superpotenti, per me, ci possono stare nelle storie purché non basate solo sull’azione. Naturalmente parlo di esseri superpotenti, perché gli esseri potenti possono starci nelle storie: nel momento in cui sei il più forte di tutti, ma non di tutti messi insieme, le cose cambiano 😉

    Ciao 🙂
    PS: lo sai che la variane rossa della kryptonite è stata inventata nel film Superman III, sostituendo alla componente sconosciuta della kryptonite verde, il tabacco? 😀

    1. Ciao Red Dragon, ti ringrazio per il commento!
      Sono perfettamente d’accordo con te, l’impiego di essere superpotenti deve essere centellinato perché abusandone la storia, anziché diventare più interessante, diventa più noiosa perché non esiste più un limite – fisico o di credibilità – a ciò che il personaggio riesce a compiere, e quindi nessun modo è veramente efficace per fermarlo: oltre a Dragon Ball che citi, trovo che anche Naruto abbia finito per cadere in questo errore, passando dalle battaglie di ninja – abili, ma non invincibili – a scontri di esseri tranquillamente paragonabili alle divinità.
      Anche nelle storie di Superman si è finito talvolta per introdurre quantità di kryptonite talmente grandi che sfioravano l’assurdo (in una storia della collana Superman & Batman, ricordo si scoprì che praticamente ogni singolo angolo del mondo ospitava la roccia aliena ^_^).
      A presto!
      P.S. sì, mi ricordo Superman III praticamente proprio per quella trovata, il tabacco al posto dell’elemento sconosciuto, praticamente quella kryptonite artificiale era un incrocio tra la variante rossa (che cambia il carattere) e la nera (che scinde il personaggio in una versione buona e una cattiva).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Tu segui le 4 regole del blog perfetto?

Ven Ago 14 , 2015
Ben ritrovato su questi lidi! Se stai leggendo questo articolo, significa che anche tu vuoi essere certo di avere messo in piedi un blog utile, interessante e meta (si spera) di milioni e milioni di visitatori. Ed è comprensibile che tu ti stia chiedendo… quale è il segreto per rendere perfetto il mio blog? Post […]
Suggerimenti per un blog perfetto

Chi è Ilario Gobbi?

Ilario Gobbi 2023

    I tuoi dati di contatto verranno utilizzati al solo scopo di fornire le informazioni richieste, senza alcuna finalità di marketing. Puoi chiederne la cancellazione o modifica contattando il sito tramite le apposite modalità previste.

    Esperienze lavorative e studi

    Il mio canale Telegram su SEO e Copywriting

    Canale SEO Telegram Ilario Gobbi

    La mia pagina Facebook ufficiale!

    Il mio canale Telegram su SEO e Copywriting

    Canale SEO Telegram Ilario Gobbi

    Le mie news su Twitter

    My Agile Privacy
    Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
    Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy