SEO-Hero.tech, tool per l’analisi semantica – Intervista a Walid Gabteni

SEO-Hero.tech, tool per l’analisi semantica – Intervista a Walid Gabteni

Seo Hero è un tool realizzato da  Walid Gabteni che aiuta ad esaminare il testo contenuto in una pagina attingendo dal campo semantico di appartenenza, un tool di esplorazione semantica latente che riesce a capire gli argomenti trattati elencando parole simili o affini per significato a quelle esaminate e che consente di avere sotto gli occhi un vocabolario molto più esteso ed esaustivo di quello che con la sola memoria potremmo richiamare.

Questo esaminatore di topic – grazie alla forte conoscenza di Google dell’universo semantico – esamina i primi 100 risultati restituiti da Big G per una determinata ricerca proponendo le parole più rilevanti anche in combinazioni di due o tre termini, e le distingue riportando diversi parametri come HTML (i tag nei quali la parola è stata evidenziata), Long Tail (possibili utilizzi dei termini come chiavi a coda lunga) e word (la lunghezza in media dei documenti come numero di parole)

Questo è un video nel quale l’autore offre una panoramica sulle potenzialità di uso dello strumento:

Perché consiglio SeoHero.Tech?

  •       è gratuito
  •       è un ottimo aiuto per esplorare i legami concettuali tra i termini
  •       permette di espandere il dizionario utilizzato
  •       aiuta a conoscere i termini semanticamente affini a quelli di partenza
  •       contribuisce a rendere più attinenti tra loro i propri testi
  •       supporta attività di copywriting sempre fresche e creative

A questo punto cedo la parola a Walid, che ha accettato di rispondere a qualche domanda per illustrare più nel dettaglio il funzionamento del suo strumento.

Tool per l'analisi semantica

Ciao Walid! Per coloro che non ti conoscono, vuoi raccontare qualcosa su di te e sul tuo lavoro?

Innanzitutto grazie Ilario per l’intervista. Sono un consulente seo, lavoro su progetti web in  maggioranza in lingua francese anche se ultimamente comincio ad avere richieste su progetti in lingua italiana. A parte il lavoro, sono parigino di nascita, sono sposato, ho un bambino di 3 anni, e vivo a Firenze dal 2010.

Cos’è SeoHero.tech, e in cosa è differente da altri strumenti come Adwords Keyword Planner?

SEO Hero è uno strumento che ho sviluppato per aiutarmi a capire cosa nasconde una parola chiave. Non era destinato a diventare pubblico. Come tanti SEO ho maturato curiosità verso l’information retrieval e i brevetti di Google divulgati da blogger come Bill Slawsky. Infatti, sono sempre stato interessato a come Google rileva la pertinenza di un contenuto in relazione ad una query.

Il software restituisce tutte le parole correlate ad un determinato argomento, sulla base di una elaborazione statistica. Per esempio un’entità come Che Guevara è fortemente collegata ad altre entità come, rivoluzione cubana,  Fidel Castro, Politica, La Havana, Argentina, Medico, Algeri etc.

Nel mio modo di lavorare come SEO ho la necessità di individuare tutte queste entità per progettare il lavoro editoriale. SEO Hero mi permette di guadagnare tempo prezioso automatizzando l’estrazione di queste informazioni.

La differenza con Keyword Planner è abissale. Keyword Planner ci restituisce le ricerche degli utenti, SEO Hero ci restituisce informazioni sui contenuti delle pagine premiate da Google.

Come è nata in te l’intenzione di sviluppare un tool per l’esplorazione semantica latente?

Con il bisogno di offrire contenuti pertinenti usando le entità fondamentali, tipo Che Guevara => Cuba e contenuti più approfonditi, usando le entità più rare ed originali, tipo Che Guevara => Discorso di Algeri

Puoi spiegarci a grandi linee come funziona?

Se cerchi sul tool Che Guevara, il software esegue la ricerca su Google in tempo reale. Estrae le 100 prime URL da cui preleva tutte le espressioni riportandone le ricorrenze statistiche. Esempio : Che Guevara, 15 volte sulla pagina, 5 volte in grassetto, 1 volta nel title, 1 volta in H1, 3 volte in H2, etc.

Quali competenze occorrono per realizzare un tool per l’analisi semantica latente?

Un linguaggio di programmazione lato server di sicuro. Io ho usato PHP, ma potevo anche usare Python, che tra l’altro è molto diffuso nell’ambito dei software per la semantica. Per il front end ho utilizzato il framework bootstrap + JS custom.

Quali sono i punti di forza e le funzioni di SeoHero di cui tu sei più orgoglioso?

Per essere sincero le funzionalità di cui sono più contento al momento non sono pubbliche ma le uso con il mio team. Valuteremo in seguito come renderle fruibili a tutti.

Cosa consigli a un SEO che intende utilizzare SeoHero per ottimizzare i propri testi?

Come prima cosa consiglio di utilizzare la sua intelligenza ed esperienza. Mai fidarsi ciecamente di un software, per quanto possa essere utile.

Detto questo avrei un consiglio nella scelta delle parole correlate da aggiungere ai propri testi. Spesso, utenti non esperti puntano sulle parole più comuni della tematica, sottovalutando entità più rare ma comunque molto importanti.

Esempio: Tematica, Google Penguin, entità molto comune => SEO. Entità comune => penalizzazione, Entità rara => Link di bassa qualità

Ad una prima analisi, “SEO” ci sembra l’entità più importante, infatti è poco probabile parlare di Google Penguin senza usare il termine “SEO”, ma l’espressione “Link di bassa qualità” è invece molto più specifica per il nostro argomento.

Quali benefici SEO secondo te si possono ottenere ampliando nei nostri testi il campo semantico di appartenenza delle keyword che ci interessano?

Ci sono due benefici. Il primo, diventare uno dei candidati al ranking.

Perché prima di volere essere nella “first page” di Google, bisogna essere considerati da Google come un potenziale candidato. Affinché la nostra pagina venga “considerata”, bisogna offrire a Google un contenuto che appaia al motore di ricerca coerente con la query.

Possiamo pubblicare un contenuto e dimenticarci di scrivere su una “entità” importante.  Ma dimenticarci due, tre o quattro entità importanti renderebbe il nostro contenuto poco coerente perchè è statisticamente improbabile omettere un numero così elevato di entità fondamentali.

Esempio: Posso scrivere un articolo su Che Guevara senza parlare di Fidel Castro (anche se sembra difficile), ma non posso non citare, “Fidel Castro”, “Cuba”, “Rivoluzione”. Ci sarebbe qualcosa di strano per Google e probabilmente non sarei candidato al ranking.

Il secondo beneficio di SEO Hero è quello di trovare argomenti meno diffusi da approfondire. Per esempio, un paragrafo con informazioni inerenti il discorso di Algeri di Che Guevara potrebbe essere un valore aggiunto che potrebbe consentire al mio articolo non solo di essere coerente, ma anche originale.

Ci sono programmi che consigli di utilizzare assieme a Seo Hero?

Sicuramente ci sono vari programmi da utilizzare con SEO Hero. Per esempio Mindmeister, uno strumento di mappe mentali all’interno del quale possiamo riportare le migliori idee recuperate da SEO Hero per elaborare un piano editoriale.

Stai pensando a nuovi sviluppi per il tuo tool?

Lavoro quasi quotidianamente allo sviluppo di nuove features. Il prossimo passo per gli utenti di SEO Hero sarà probabilmente una area utente riservata. Ho anche tanto lavoro da fare lato usabilità, user experience e documentazione.

 

Grazie mille per questa chiacchierata, a presto!

 

One thought on “SEO-Hero.tech, tool per l’analisi semantica – Intervista a Walid Gabteni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy